dottor GABRIELE BONOMI

dottor GABRIELE BONOMI (1927-2005)

Una vita al servizio della coppia e della famiglia


Un anno dopo la pubblicazione dell’Enciclica “De propagazione humanae prolis recte ordinanda” (Humanae vitae) di Paolo VI iniziava la pubblicazione della rivista “La coppia” voluta dal Dr Bonomi come “guida per la soluzione dei problemi della sessualità coniugale”. In realtà già da tempo le sue pubblicazioni erano diventate strumento di divulgazione per l’educazione della coppia a partire dal 1962, ricordiamo in particolare il testo “Note pratiche per vivere il matrimonio secondo natura”.

La sua esperienza come medico di base gli ha permesso di conoscere direttamente le difficoltà della gente nel vivere felicemente il proprio matrimonio. La grande capacità di comunicazione lo ha reso capace di raggiungere anche le persone più semplici e di proporre a tutti le conoscenze che via via stava maturando nel campo della conoscenza dei ritmi di fertilità. Gli studi universitari di medicina riferiti agli indicatori dell’ovulazione e la scuola di specialità in endocrinologia rappresentano sicuramente il punto di partenza di tutte le intuizioni che per anni hanno caratterizzato la sua attività di medico e di uomo impegnato nel campo dell’educazione al vero amore.

Negli anni ’60 in tutto il mondo si discuteva su nuove strategie per conoscere i ritmi di fertilità e offrire a tutte le coppie la possibilità concreta di regolare le nascite nel rispetto del corpo e della natura. Gabriele Bonomi si mise subito in contatto con alcuni dei più importanti ricercatori: il Dr Billings in Australia (dal cui metodo prese in seguito apertamente le distanze!), il Dr Roetzer in Austria, il Dr Keefe in America, il Dr Welters nei Paesi Bassi. Le comunicazioni epistolari e gli incontri lo spinsero a definire in Italia per primo un nuovo metodo naturale di regolazione delle nascite: Il metodo della chiara d’uovo, piu’ tecnicamente definito come Il metodo del muco cervicale.

Il suo impegno veniva messo quindi a disposizione anche in campo pastorale per la formazione di giovani, coppie, fidanzati e coniugi e nel 1973 veniva fondato il Movimento Humanae vitae. Tutta l’esperienza maturata nelle innumerevoli consulenze inerenti i ritmi naturali di fertilità rafforzava sempre più in lui la convinzione che Paolo VI avesse scritto un’Enciclica profetica; non veniva affrontato solo il problema bioetico della contraccezione, ma veniva sancito il valore nell’amore coniugale vissuto secondo un ordine naturale voluto da Dio per il bene degli uomini. Cogliendo questo messaggio era nato così a Pavia già dal 1969 il Centro Studi Pavese di Sessuologia, che nel 1979 avrebbe dato origine al Coordinamento operatori Metodi Naturali per la formazione di esperti nel campo dell’insegnamento dei ritmi di fertilità femminili. Nel 1984 veniva pubblicata la rivista di approfondimento Problemi di sessualità e fecondità umana e la prima edizione del manuale I metodi naturali.

1500 coppie si sono rivolte al Centro Studi Pavese di Sessuologia poi denominato IRSeF (Istituto di Ricerca Sessualità e Fecondità).

Ancora nel mese di dicembre 2004 il dr. Bonomi durante una consulenza con una donna africana restava stupito di come essa sapesse apprezzare con immediatezza i suoi insegnamenti; dopo questo colloquio nasceva l’intuizione di una scuola popolare di insegnamento dei metodi naturali di regolazione delle nascite con sussidi semplici da leggere e note pratiche esemplificate, per raggiungere tutti e rendere il messaggio comprensibile ad ogni uomo di buona volontà.

Esce ora la nuova edizione del suo più importante manuale I metodi naturali, da lui voluta insieme al dr. Cesare Gianatti perché la ricerca continua e il desiderio di dare il proprio aiuto alle famiglie non ha fine.

I Commenti sono chiusi